Chi è


Maria Amato è attrice, psicologa e drammaterapeuta. Come attrice è stata impegnata in recenti fiction (2012, 2011 e 2010) andate in onda su Rai Uno e Canale Cinque (“Il giovane Montalbano”,”P. Borsellino” regia di G. Tavarelli, “Il segreto dell’acqua” regia di R. Di Maria); è stata co-pprotagonista nel film ”Vite perdute” di G.Castellani, ha partecipato ai film “Le buttane” di A. Grimaldi, “La mafia uccide solo d’estate” di Pif e  al film televisivo “Vi perdono ma inginocchiatevi” di C. Bonivento; ha interpretato nel 2012 il ruolo di Medea, per la regia di Marco Russo di Chiara, in una produzione “Narciso records” di C. Consoli, e “Poiesis” – Produzioni Londra; ha lavorato in diverse produzioni del teatro Biondo Stabile di Palermo:”Sonata di fantasmi”, regia di R. Guicciardini; “Capitan Ulisse”, regia di M. Missiroli; il “Cortile degli Aragonesi”, regia di G. Sammartano; “Pinocchio”, regia di P. Spicuzza;”Il marinaio”,” Del Classico P. P.P., “Verso Sade” (regia di U. Cantone), ecc.;  ha interpretato il ruolo dello Spirito Guida nello spettacolo “I sette contro Tebe” (1999/2000) per la regia di Aurelio Pes al teatro antico di Segesta e di Taormina; è stata voce (2006) recitante solista ne “Lettere d’amore e di guerra” su testi di P. Ardini e musiche di Marco Betta, con l’Orchestra Sinfonica Siciliana; ha ideato e diretto gli spettacoli: “Amor ch’a nullo…” tratto dai “Frammenti di un discorso amoroso” di Roland Barthes, “Natività (di un bambino qualsiasi)”, “Non si sa come” di L. Pirandello (progetto luci di Daniele Ciprì ed.2003; e di Claudio Pirandello ed.2006),”Lirici Greci” (con le musiche scritte e eseguite dal vivo per la prima volta in pubblico dal maestro F. Incardona); nel 2006 interpreta i testi di Stefano Pirandello nello spettacolo ideato e diretto da Claudio Pirandello dal titolo “La donna, la bestia e l’uomo cattivo” andato in scena al Festival teatrale del “Nuovomontevergini” di Palermo e successivamente replicato a Roma presso l’Istituto di Studi Pirandelliani  in occasione della celebrazione dell’opera di S. Pirandello (interventi di Paolo Puppa e Sandro D’amico). Ha lavorato come doppiatrice nel gruppo Trenta diretto da R. Izzo. In qualità di insegnante di teatro ha lavorato in diversi ambiti: dalle scuole elementari alle superiori conducendo diversi laboratori teatrali (Liceo Classico “Meli” di Palermo, Liceo Classico Vittorio Emanuele II di Palermo, ecc.); insegnante di teatro in un progetto di educazione teatrale varato dal Ministero della Pubblica Istruzione rivolto a venti docenti di istituti della città e della provincia di Palermo – (Presidenza del Consiglio – dipartimento dello spettacolo); è stata consulente al laboratorio universitario condotto dalla professoressa Anna Sica su Pirandello per la cattedra di Storia del Teatro (D.a.m.s –Università di Palermo) – relatrice nell’ambito  di un seminario sul tema del rapporto tra teatro e psicodramma. Come psicologa ha lavorato presso lo sportello antimobbing della Cisl Palermo; come drammaterapeuta presso il C. T. A. di Palermo di Via Cimbali (AUSL 6) e al Sert di Enna.