Tre donne di nome Rosa si abbandonano a fantasie e desideri profondi, in una sorta di “rêverie” erotica, allucinatoria, onirica rivelando così a se stesse la propria natura più nascosta.